.
Annunci online

articolo2
Si è schiavi del danaro o della sorte


Diario


3 novembre 2007

Ping pong

Ho deciso di ritornare dove ero nato, ma non chiedetemi “il perché”; ergo - qualora lo vogliate - l'indirizzo della vostra blogroll dovrà essere il seguente: http://articolo2.wordpress.com/




permalink | inviato da francé il 3/11/2007 alle 18:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 ottobre 2007

Dichiarazioni affamanti


La povertà è uno smisurato dramma sociale. La sua portata, tuttavia, si amplifica quando alla concretezza delle azioni si preferiscono enunciare dissimulatrici parole.




permalink | inviato da francé il 16/10/2007 alle 16:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


15 ottobre 2007

Disse la vacca al mulo...


Qualcuno ricordi al sig. Sitgraves che la tortura più avvilente viene praticata proprio lì, dove risiede con le sue puzzolenti chiappe. Qualcuno ricordi, altresì, al Sig. Sitgraves che i detenuti di Guantanamo se avessero avuto l’opportunità di essere sottoposti a regime di 41bis c’avrebbero senz’altro ringraziato…Qualcuno, infine, ricordi al sig. Sitgraves che ormai è un acclarato somaro.
Sig. Sitgraves faccia il garantista a 360°: inveisca pure nei confronti del suo macabro sistema giuridico, noi saremo quì a ritrattare il giudizio appena espresso.




permalink | inviato da francé il 15/10/2007 alle 17:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


15 ottobre 2007

I sogni aiuterebbero a vivere meglio

Dopo l'election day, Mario si ripresenta ai suoi e redige 'sto post: "Nella democrazia italiana da questa notte qualcosa è definitivamente e radicalmente cambiato. L'occasione della democrazia diretta è a portata di mano". Questo se merita un commento, pensai. Ma non lo feci, giacché mi accorsi che qualcuno mi aveva preceduto.








permalink | inviato da francé il 15/10/2007 alle 15:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


15 ottobre 2007

Per definizione



Pare che l'Adinolfi abbia raggiunto lo 0,U %




permalink | inviato da francé il 15/10/2007 alle 2:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


14 ottobre 2007

Piddìncasso. Quando la matematica non è un opinione.

3milioni  x  1 €. = 3milioni  di €uro.



Auguri!




permalink | inviato da francé il 14/10/2007 alle 22:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


14 ottobre 2007

Ps impossible


P.s. “I globuli si sono formati. Ripeto: i globuli si sono formati”.

Beppe Grillo, 13.10.2007




permalink | inviato da francé il 14/10/2007 alle 1:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 ottobre 2007

L'amico Husky


Ho un amico eschimese, si chiama Husky, che frequenta il bel paese da un po’ di tempo. Lui vende foche fresche, le porta direttamente dall'Alaska sul nostro mercato. Sa tutto di noi, del nostro passato, presente e pure del futuro (dice). È una persona molto affabile, e per nulla sorniona. Perciò, sovente, suole rinfacciarmi le nostre astrusità. Inizia sempre col suo solito: “voi italiani siete strani”! Poi, come di consueto, è un fiume in piena, non facilmente arginabile, non foss’altro perché non esiste argine alle sue argomentazioni. Oggi, preso dal suo solito zapping, dopo il suo solito rituale iniziale, lo vedo sbuffare. Sbuffava perché era annoiato dal sentir disquisire Milo Infante sul caso Garlasco. Sbuffava non perché a disquisirne fosse Milo Infante in quanto infante, piuttosto perché nelle reti nostrane vedeva ripetutamente rigirare i soliti casi di cronaca, che a suo dire non interessano nessuno. Dice: oggi Garlasco, domani la strage di Erba, poi l’anniversario Cogne e Novi Ligure. In Tv sempre i soliti psichiatri (che fanno fatica a capirsi tra loro), criminologi con alte proprietà sonnifere, plastici tridimensionali, periti occasionali. Tutti, attenti, nel seguire il buon o cattivo andamento delle indagini. Tutti col fiato sul collo del pubblico ministero che indaga. Poi passa a chiedermi: ma perché non riuscite mai a dare la stessa attenzione a quei gravi e nascosti fatti di mafia, ‘ndrangheta, mala giustizia, corruzione e chi più ne ha più ne metta? Perché dimenticate tematiche di rilievo nazionale in luogo di fatterelli di cronaca locale? Io, impavido (o, forse, un po’ paraculo), risposi che si trattava di delitti che comunque destano un preoccupante allarme sociale. A ‘sto punto lui fa: perché tu sei allarmato? Lo guardo, con aria circospetta, rifletto un secondo, rispondo: no! Anzi, per nulla! Husky, quindi, mi guarda e ride, ride, ride e ripete “siete strani”, “siete strani, voi italiani”! Si solleva, mi fissa, una paccata sulle spalle e via. Le sue foche lo attendono, dice.




permalink | inviato da francé il 12/10/2007 alle 16:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


11 ottobre 2007

grundnorm

Ad Hannover c’è un coglione, che ha condannato (giustamente) per violenza sessuale un giovane sardo, concedendogli come attenuante "il quadro del ruolo dell'uomo e della donna nella sua terra". Detto in altri termini, vuol dire che in terra sarda l’uomo è uno stupratore abituale, educato a mirto e misoginismo. Attendo, ansiosamente, le dovute smentite dalla Canalis.




permalink | inviato da francé il 11/10/2007 alle 15:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


10 ottobre 2007

"i papa"


Di tanto in tanto faccio una capatina sul mio vecchio blog, al fine di eliminare eventuali (nuovi) commenti lesivi del decoro e dell'immagine altrui. Della serie: tutelamose er culo. Oggi, mi ritrovo questo sgrammaticato commento, oggettivamente lesivo della lingua italiana. Un commento così avvilente, da indurmi alla pubblicazione di un post altrettanto avvilente. Vogliate perdonarmi.




permalink | inviato da francé il 10/10/2007 alle 16:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (26) | Versione per la stampa


10 ottobre 2007

Infine

Due ultimi appunti sul Becca.
Il primo riguarda il § XXII: Furti.
“I furti che non hanno unito violenza – scrive – dovrebbero esser puniti con pena pecuniaria. Chi cerca d’arricchirsi  dell’altrui dovrebbe esser impoverito del proprio” […]. Ora, l’appunto è che il pensiero del giurista non è sempre praticabile. Invero, se dovessimo applicare questo principio ai Rom, non sapremmo come venirne a capo. Mi spiego: se un rom ha appena svaligiato un piccolo commerciante, di cosa lo si voglia impoverire poi? Del sacchetto di rottami appena trafugato dal cassonetto dell’immondizia? O della spazzola per capelli della ormai defunta nonna Cinzia?
Nulla quaestio per quel che riguarda “il furto misto a violenza”. Qui si può convenire col Becca, per cui “la pena dev’essere parimente un misto di corporale e di servile”.
Il secondo appunto riguarda il § XIX: Prontezza della pena.
Qui Beccaria disquisisce di carcerazione. Sostiene che “il carcere è […] la semplice custodia di un cittadino finché sia giudicato reo, e questa custodia essendo essenzialmente penosa, deve durare il minor tempo possibile e dev’esser meno dura che si possa. […]. La strettezza del carcere non può essere che la necessaria, o per impedire la fuga, o per non occultare le prove dei delitti”. È facile dedurre che quanto succintamente riportato contrasta in toto con quel vento di giustizialismo che sta attraversando, oggi,  questo paese. A sentir poi taluni ministri, a proposito di carcerazione preventiva, vien la pelle d’oca. Cioè, voglio dire, che se venissero estromesse dal giudizio di applicazione delle misure coercitive le cd. esigenze cautelari e venisse introdotta l’esecuzione provvisoria della pena al termine della sentenza di condanna di primo grado (con palese violazione del principio di non colpevolezza), getteremmo definitivamente nel baratro il sistema democratico di questo paese. Quei canoni di civiltà giuridica, conquistati a fatica nel tempo, verrebbero così annientati da un passeggero sentimento di avversione, fomentato – si badi – dai media nazionali, quotidianamente. Si è avuta, negli ultimi tempi, voglio dire, una dolosa e sospetta inflazione di notizie di cronaca nera, che giorno dopo giorno riesce a fomentare sempre più un sentimento d’odio e di vendetta. Una turbine di intolleranza che ha travolto tutti, addirittura dei miserabili lavavetri. Poi definiscono Grillo un agitatore di piazze…
Il crimine non si combatte deflazionando le garanzie, bensì riuscendo a trapiantare benessere e cultura alla legalità, a tutti i livelli. Potere giurisdizionale e politico, poi, dovrebbero essere portatori sani di legalità. Anche perché, che senso avrebbe un sistema processuale giustizialista in una società dove è del tutto normale e semplice che un procuratore capo possa essere pervaso, dalla testa ai piedi, da illegalità? Cioè, è come se Jean Tod domani decidesse di mettere Malgioglio alla guida di una Ferrari.




permalink | inviato da francé il 10/10/2007 alle 2:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


9 ottobre 2007

Pax vobis


"La vera pace si diffonde là dove gli uomini e le istituzioni si aprono al Vangelo"

Benedetto XVI, 7.10.2007




permalink | inviato da francé il 9/10/2007 alle 15:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


8 ottobre 2007

delle pene

A scoraggiare la criminalità non è tanto la gravità quanto l’ineluttabilità della pena.

Cesare Beccaria.




permalink | inviato da francé il 8/10/2007 alle 16:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


8 ottobre 2007

dei delitti

I
Le leggi sono le condizioni, colle quali uomini indipendenti ed isolati si unirono in società, stanchi di vivere in un continuo stato di guerra e di godere una libertà resa inutile dall’incertezza di conservarla. Essi ne sacrificarono una parte per goderne il restante con sicurezza e tranquillità. […]

XLI
[…] Volete prevenire i delitti? Fate che le leggi sian chiare, semplici, e che tutta la forza della nazione sia condensata a difenderle, e nessuna parte di essa sia impegnata a distruggerle. […]

 Cesare Beccaria




permalink | inviato da francé il 8/10/2007 alle 1:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


6 ottobre 2007

ossessioni parallele

Mastella (tanto per prenderne uno caso) è sempre lì con la smania di dimettersi; Berlusconi è sempre lì con la voglia acuta di nuove elezioni. Entrambi, un chiodo fisso: fottere Prodi!




permalink | inviato da francé il 6/10/2007 alle 14:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


6 ottobre 2007

servirebbe un esorcista

Mi sono appena imbattuto sulla pagina dei "più visitati"; e questo blog: "Aurora86": è tra i primi 10 ... ...
"... sempre di notte, sempre sottovoce, un modo per capire, per capirsi e forse anche per capirci ... Buonanotte".




permalink | inviato da francé il 6/10/2007 alle 1:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


6 ottobre 2007

*sfugge il servizio...al momento



“…la Chiesa non si propone mire di potere, né pretende privilegi o aspira a posizioni di vantaggio economico e sociale. Suo solo scopo è servire* l'uomo, ispirandosi, come norma suprema di condotta, alle parole e all'esempio di Gesù Cristo...".
"…la Chiesa chiede di essere considerata per la sua specifica natura e di poter svolgere liberamente la sua peculiare missione per il bene non solo dei propri fedeli, ma di tutti gli italiani".

Benedetto XVI, 5/10/2007




permalink | inviato da francé il 6/10/2007 alle 1:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     ottobre       
 
 




blog letto 157281 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

Home
La genesi


RUBRICHE

Diario
tipicamente italiano
misericordiose assurdità
off day
Bananas prize

BLOGROLL

1ps
aioros
anellidifumo
arciprete
aronne
arrabbiato
bananasit
baol
bioetiche
brain2brain
butirrometro
chissenefrega
ciromonacella
codadilupo
garbo
giamo
gianni pittella
giornalettismo
grendel
idolcinganni
illaicista
jimmomo
lesandros
l'estinto
libmagazine
karlkraus
malvino
marcoz
metilparaben
nardi
oknotizie
pensatoio
raser
sd
sgembo
socialdust
sostieneproudhon
spinoza
supramonte
kilombo

Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001

Qualora vogliate contattarmi: articolotwo@yahoo.it
 



In medio stat virtus 


Un premio per nulla ambito:  


L'uomo col tubo catodico in testa:  

Le 10 domande del senatur:  

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons .


CERCA